Le informazioni personali non saranno salvate, non sarà tenuta traccia dei tuoi spostamenti e, una volta lasciato il sito, non riceverai messaggi pubblicitari dedicati. Questo sito utilizza cookie di terzi parti esclusivamente allo scopo di migliorare la qualità della tua esperienza sul nostro sito web. Continuando la navigazione nel presente sito, acconsenti all'utilizzo dei suddetti cookies nei termini descritti nella Policy Cookies
CONDIVIDI IL TRAILER
Close - Tempo instabile con probabili schiarite
Facebook - Tempo instabile con probabili schiarite Twitter - Tempo instabile con probabili schiarite Share on Google+ - Tempo instabile con probabili schiarite
>
News - Tempo instabile con probabili schiarite

Close - Tempo instabile con probabili schiarite
x
Good Films - Tempo instabile con probabili schiarite Menu - Tempo instabile con probabili schiarite
PANORAMA FILMS E RAI CINEMA PRESENTANO QUANDO TOCCHI IL FONDO COMINCIA A SCAVARE Logo - Tempo instabile con probabili schiarite Bollo - Tempo instabile con probabili schiarite
Lillo Petrolo - Tempo instabile con probabili schiarite Luca Zingaretti - Tempo instabile con probabili schiarite John Turturro - Tempo instabile con probabili schiarite Carolina Crescentini - Tempo instabile con probabili schiarite
Un film di Marco Pontecorvo - Tempo instabile con probabili schiarite
Twitter - Tempo instabile con probabili schiarite Ultimi Post-
Facebook - Tempo instabile con probabili schiarite Ultimi Post-

video

Logo - Tempo instabile con probabili schiarite
Logo - Tempo instabile con probabili schiarite

il film

Logo - Tempo instabile con probabili schiarite
Locandina - Tempo instabile con probabili schiarite
Siamo al confine tra la Romagna e le Marche, all'interno di una cooperativa che produce divani e che si trova sull'orlo della bancarotta. I soci fondatori sono due amici, Ermanno e Giacomo. Ermanno ha una moglie, Elena, ed un figlio, Tito, 17 anni, che vive immerso nel mondo dei comics giapponesi. Giacomo è stato sposato con una tedesca ed abita solo con Gabriele, il figlio di 18 anni avuto da lei, che vive per il baseball. Una notte Ermanno e Giacomo, scavando un buco in cortile, fanno una scoperta strabiliante: dal sottosuolo esce petrolio. Questo evento straordinario farà esplodere contraddizioni e conflitti e metterà a nudo il lato peggiore dei nostri protagonisti. Come spiega l'esperto ingegner Lombelli, la strada dello sfruttamento del pozzo è complicata e costosa e la cooperativa, così come i due amici e l'intero paese, si spacca in due sul da farsi. Per Ermanno è la fine di un sogno e di un'amicizia. Dopo molti scontri, incertezze e scetticismo la costanza viene premiata: un potente getto di petrolio schizza verso il cielo. Gli interessi in gioco però sono troppo grossi e lo scontro tra gli amici è senza esclusioni di colpi. Ma un giorno accade qualcosa di inimmaginabile: il petrolio finisce. E' l'amico Giacomo a spiegargli l'accaduto: iI Lombelli sapeva della possibilità che il petrolio finisse, per questo dovevano vendere. Ermanno è stato tenuto all'oscuro perché non avrebbe mai accettato né compromessi con il comune né di dare una fregatura alla multinazionale. Perciò lo hanno escluso… Ermanno ha infatti un grosso difetto che non riesce a togliersi: è troppo onesto.
Scorri - Tempo instabile con probabili schiarite Scorri - Tempo instabile con probabili schiarite
Logo - Tempo instabile con probabili schiarite

i personaggi

Logo - Tempo instabile con probabili schiarite
Scopri i personaggi che danno vita, con le loro personalità, debolezze e ideali, alla metafora dell'Italia, delle sue speranze, delle sue illusioni.
Chiudi - Tempo instabile con probabili schiarite
Attore e autore, Lillo Petrolo, è protagonista di oltre un decennio di successi televisivi, radiofonici e teatrali, con l'amico e collega Claudio Gregori, formando la coppia Lillo & Greg. I due danno vita al gruppo rock demenziale "Latte & i Suoi Derivati" che diventa, in breve tempo, una band di culto a Roma e nel Lazio. Entrambi fanno parte, nel 1997, del gruppo fondatore del fortunato show satirico "Le Iene". Insieme a tanti successi televisivi, nel 2003 diventa autore e conduttore, sempre insieme a Greg, della trasmissione radiofonica di Radio2 "610 ? SEIUNOZERO". Il debutto sul grande schermo avviene nel 2001, insieme a Greg, nel film "Blek Giek" di Enrico Caria. Nel 2005 Lillo è uno dei protagonisti del film "Fascisti su Marte" di Corrado Guzzanti. Nel 2006 Lillo interpreta "Eugenio" nel film drammatico "Per non dimenticarti" di Mariantonia Avati, ambientato nell'Italia dell'immediato dopoguerra. Sempre nel 2006 dirige il suo primo cortometraggio "Moto Perpetuo", premiato al Festival Fregene per Fellini. L'anno successivo è nel cast di "Nessuno mi può giudicare", commedia di grande successo di Massimiliano Bruno, con Paola Cortellesi e Raoul Bova. Nel 2012 Lillo compare in "Com'è bello far l'amore" di Fausto Brizzi, in un esilarante cameo. Nello stesso anno è protagonista, insieme a Greg, del secondo episodio di "Colpi di fulmine" di Neri Parenti. Nel 2013 è co?protagonista del film "Mi rifaccio vivo" di Sergio Rubini. Nello stesso anno partecipa al film premio Oscar "La grande bellezza" di Paolo Sorrentino. A Natale 2013 è di nuovo protagonista, insieme a Greg, di uno degli episodi del film di Natale "Colpi di fortuna" di Neri Parenti. Sempre nel 2013, doppia la lumaca "Mub" nella versione italiana del kolossal d'animazione "Epic – Il mondo segreto" . Nel 2014 è protagonista, con Greg, del film "Un Natale stupefacente" di Volfango De Biasi.
Lillo Petrolo
è
Ermanno
Chiudi - Tempo instabile con probabili schiarite
Nato a Roma l'11 novembre 1961, dopo aver frequentato l'Accademia d'Arte Drammatica, nei primi anni '80 esordisce a teatro, sotto la guida di registi come Luca Ronconi, Marco Mattolini e Sandro Sequi con i quali rappresenta, tra gli altri, Shaw, Gorkij, Cechov e Fassbinder. L'esordio nel cinema è con Gli occhiali d'oro (Giuliano Montaldo, 1984), presto seguito da quello televisivo ("Il giudice istruttore", Florestano Vancini e Gian Luigi Calderone, 1990). Dopo essersi imposto come uno dei più validi giovani interpreti teatrali, nel 1994 risulta particolarmente convicente nel ruolo di Ottorino, il violento e brutale componente de Il branco (Marco Risi), con cui inaugura sul grande schermo la sua galleria di "cattivi". Due anni dopo è Sergio, l'impietoso usuraio di Vite strozzate (Ricky Tognazzi, 1996). In seguito si divide ancora tra teatro e televisione, ma nel 1998 torna a riproporre tensioni in un drammatico faccia a faccia coniugale con Laura Morante (L'anniversario, Mario Orfini). L'anno dopo ribalta la sua fama da cattivo e riscuote un grande successo televisivo vestendo gli abiti del commissario Montalbano, il personaggio creato dalla penna di Andrea Camilleri ("Il ladro di merendine" e "La voce del violino", diretti entrambi da Alberto Sironi, 1999). Nel 2000 non teme di riproporsi come poliziotto (Il furto del tesoro di San Pietro). Accanto a Roy Schreider, poi, ultima in Bulgaria le riprese di Texas '46 per la regia di Giorgio Serafini, film ambientato durante la seconda guerra mondiale in un campo di concentramento dove si trovano prigionieri dei soldati italiani. Nonostante il suo nome resti inevitabilmente associato al commissario di Camilleri, Zingaretti è riuscito negli ultimi anni ad emanciparsi interpretando ruoli importanti come Alla luce del sole(2004) in cui è don Puglisi, il parroco ucciso dalla Mafia, e Sanguepazzo: nel film di Marco Tullio Giordana l'attore Osvaldo Valenti, star del cinema durante il fascismo, giustiziato dai partigiani durante la liberazione.
Luca Zingaretti
è
Giacomo
Chiudi - Tempo instabile con probabili schiarite
John Michael Turturro (Brooklyn, 28 febbraio 1957) è un attore, regista e sceneggiatore statunitense di origine italoamericana. Nato a Brooklyn in una famiglia italoamericana, parla l'italiano con una certa disinvoltura, anche se non perfettamente. Dopo aver completato il Master of Fine Arts alla Yale School of Drama partecipò come comparsa in Toro scatenato di Martin Scorsese (1980). Nel 1986 tornò a lavorare per Scorsese, questa volta nelle vesti di attore (Julian) nel film "Il Colore dei Soldi". Spike Lee apprezzò moltissimo l'interpretazione di Turturro in "Dentro la grande mela" (1987) e lo scelse per "Fa la cosa giusta": è la prima di una lunga serie di partecipazioni di John Turturro come attore nei film del regista afroamericano. Negli oltre 70 film in cui ha recitato, Turturro ha mostrato tutto il suo istrionismo e la sua versatilità , sia come personaggio secondario che come protagonista, lavorando con registi del calibro di Martin Scorsese, Spike Lee, Joel ed Ethan Coen, Woody Allen, Francesco Rosi e Michael Cimino, e interpretando personaggi diversissimi tra loro, alcuni dei quali memorabili. Turturro è apparso anche nelle commedie di Adam Sandler "Mr. Deeds" e "Non si scherza con Zohan", e in tre dei popolari film "Transformers" di Michael Bay. Ha ricevuto il Camera Cannes D'Or Award per il suo debutto alla regia con "Mac". Altri film come regista / scrittore sono "Illuminata", "Romance & Cigarettes", "Passione: un'avventura musicale,", "Gigolò per caso" e un segmento del film antologia "Rio, I Love You". Tra gli altri progetti: "Exodus" di Ridley Scott e "Mia Madre" di Nanni Moretti.
John Turturro
è
L'Ingegner Lombelli
Chiudi - Tempo instabile con probabili schiarite
Nasce a Roma il 18 aprile del 1980. Dopo alcune apparizioni televisive e dei cortometraggi, esordisce al cinema con il film H20dio di Alex Infascelli. Ma la notorietà, che l'ha resa oggi una delle giovani attrici italiane più richieste, la deve ai film generazionali. Soprattutto a Fausto Brizzi che la sceglie come protagonista di Notte prima degli esami oggi (2007), dove fa innamorare il protagonista Nicola Vaporidis. Con l'attore romano idolo delle teenager fa ancora coppia in Cemento armato di Marco Martani. Nel 2008 ritorna sul grande schermo con il film Parlami d'amore, scritto, diretto e interpretato da Silvio Muccino e si aggiudica una candidatura al David di Donatello come miglior attrice non protagonista . Poi ancora televisione e il film I demoni di San Pietroburgo di Giuliano Montaldo. Nel 2009 approda nelle sale con tre film: Generazione mille euro, Quello che le donne non dicono e Il fuoco e la cenere.
Carolina Crescentini
è
Paola
Divano - Tempo instabile con probabili schiarite Logo - Tempo instabile con probabili schiarite

FOTO

Icona - Tempo instabile con probabili schiarite
Le più belle immagini dal film di Marco Pontecorvo.
  • Foto - Tempo instabile con probabili schiarite Foto hover - Tempo instabile con probabili schiarite
  • Foto - Tempo instabile con probabili schiarite Foto hover - Tempo instabile con probabili schiarite
  • Foto - Tempo instabile con probabili schiarite Foto hover - Tempo instabile con probabili schiarite
  • Foto - Tempo instabile con probabili schiarite Foto hover - Tempo instabile con probabili schiarite
  • Foto - Tempo instabile con probabili schiarite Foto hover - Tempo instabile con probabili schiarite
  • Foto - Tempo instabile con probabili schiarite Foto hover - Tempo instabile con probabili schiarite
  • Foto - Tempo instabile con probabili schiarite Foto hover - Tempo instabile con probabili schiarite
  • Foto - Tempo instabile con probabili schiarite Foto hover - Tempo instabile con probabili schiarite
  • Foto - Tempo instabile con probabili schiarite Foto hover - Tempo instabile con probabili schiarite
  • Foto - Tempo instabile con probabili schiarite Foto hover - Tempo instabile con probabili schiarite
Logo - Tempo instabile con probabili schiarite

programmazione

Scopri la programmazione di Tempo instabile…con probabili schiarite nei cinema più vicini: seleziona la tua provincia e consulta gli orari degli spettacoli aggiornati in tempo reale.
Tempo instabile con probabile schiarite
La programmazione di
ORARI SPETTACOLI:
Close - Tempo instabile con probabili schiarite
Logo - Tempo instabile con probabili schiarite

CONTENUTI SPECIALI

Icona - Tempo instabile con probabili schiarite
Tutte le ultime news sul film e le curiosità sui social di Tempo instabile… con probabili schiarite.
News - Tempo instabile con probabili schiarite Quali sono le previsioni? Tempo di crisi?

"Tempo instabile con probabili schiarite", un film di cambiamenti, amicizia e molti altri temi dei quali si legge in questi giorni. Quello che in pochi sanno è che il titolo originale che doveva essere dato a questo film era "Rebelot". "Rebelot" è una parola in dialetto padano e significa confusione, caos, disordine. Il dialetto e il significato di questa parola sono assolutamente consoni come titolo ma la versione definitiva "TEMPO INSTABILE CON PROBABILI SCHIARITE" è stata trovata più divertente e accessibile e in grado di portare comunque in chiave metaforica la stessa idea di precarietà. Volendo fare un film immerso nell'Italia di oggi, con le sue problematiche viste e vissute da personaggi che appartenessero almeno a tre generazioni, dai primi anni del secolo precedente ad oggi. I due protagonisti Ermanno e Giacomo, scavando nel terreno della loro cooperativa una fossa molto profonda per nascondere dei fusti inquinanti (che gli costerebbe troppo smaltire regolarmente) trovano niente meno che… Il Petrolio! La scelta di un incidente scatenante così forte e paradossale ha permesso di esasperare le dinamiche quotidiane e di raccontare in chiave ironica e di commedia le difficoltà nei rapporti interpersonali che i nostri personaggi affrontano nel vivere quotidiano, nella sfera privata e in quella pubblica, dando così la possibilità allo spettatore di riconoscersi in loro e di ridere di loro. La non immedesimazione sarà impossibile data la diversità dei personaggi e delle loro età.

23/03/2015
News - Tempo instabile con probabili schiarite Il Petrolio, il bene e il male dell'anima

Il protagonista indiscusso di questa commedia è il PETROLIO. L'oro nero, come dice "il Lombelli", un ingegnere italo?americano che Ermanno e Giacomo (altri due protagonisti del film interpretati da Lillo e Zingaretti) hanno ingaggiato come loro consulente: "ricordatevi che, quando viene fuori il Petrolio, esce anche l'anima delle persone…. Il bene e il male…". Il Petrolio suscita nei nostri protagonisti, nei membri della cooperativa e in parte del paese di Sant'Ugo, dove è ambientata la vicenda, la speranza di una ricchezza facile e l'illusione di cambiare il proprio destino. Il sogno, pur sembrando a portata di mano, non si realizza mai, anzi! E' in questa corsa all'agiatezza e nel percorso accidentato dei nostri personaggi per raggiungerla che, in una metafora piuttosto realistica, si è tentato di far uscire parte dei difetti e dei pregi degli italiani, la nostra pancia, cosa si muove sotto l'ombelico dell'Italia. Ed è anche per questo motivo che la storia è ambientata ai confini tra le Marche e la Romagna, posto ricettivo alle influenze e ai cambiamenti provenienti dal sud e dal nord, una sorta di baricentro. Il dialetto marchigiano ? romagnolo ha colorito la vicenda e ha dato una nota divertente e originale anche ai "momenti manga" presenti nel film.

23/03/2015
News - Tempo instabile con probabili schiarite Un film corale, una finestra sull'Italia

Nel film Tempo Instabile con Probabili schiarite, si è cercato di rendere il film corale per raccontare più personaggi e quindi più situazioni, tutte tra loro collegate, e che insieme, come in un puzzle, creino un' istantanea della provincia al centro dell'Italia, come accennato nell'articolo precedente (link ipertestuale a "Il petrolio"), pur non avendo la presunzione di raccontare tutto in un solo film. E' una commedia su di noi, sui valori che si sovvertono, sul prepotente individualismo, sull'incapacità di dialogare tra generazioni che a volte sembrano viaggiare in mondi paralleli e sovrapposti, sulla ricerca dei più giovani di punti di riferimento e anche sull'incapacità di molti di noi di ascoltarsi, di avere un vero sogno e non solo dei desideri indotti e stereotipati. Essere amici è anche ascoltarsi e queste cose "basilari" a volte nella vita quotidiana vengono dimenticate… In Tempo instabile con probabili schiarite si respirano molti momenti di sconcertante e altrettanto divertente quotidianità italiana.

23/03/2015
News - Tempo instabile con probabili schiarite Un film tutto italiano ma con parentesi Manga

La struttura realistica del film "Tempo instabile con probabili schiarite " è interrotta da alcune scene del mondo animato e stilizzato di Tito (Andrea Arcangeli), figlio diciasettenne di Ermanno (Lillo) e appassionato disegnatore di 'Manga' (fumetti giapponesi). Queste incursioni, visive e non, nella struttura narrativa principale vogliono creare un effetto forte che catapulterà lo spettatore da un mondo all'altro, sottolineando la distanza che c'è tra Ermanno e suo figlio, fornendoci un punto di vista esterno sulla vicenda, esclusivo, filtrato dalla prospettiva dei manga giapponesi. I manga scorrono come una storia parallela che interseca solo due volte la storia principale, al principio e alla fine. E' stata scelta una storia semplice e lineare come lo sono quelle dei fumetti giapponesi, con principi e valori ben precisi ? amicizia, lealtà, coraggio…? di cui i giovani sono a caccia e in cui Tito si può ritrovare. Questa storia, anche se ambientata in un mondo immaginario, ha delle forti attinenze e richiami alla vicenda principale. Quindi ogni storia illumina l'altra dando una chiave di lettura e un nuovo senso a quello che accade nella vicenda parallela finché finalmente una piomba nell'altra e comincia una convivenza che corrisponde ad una maggiore comprensione anche tra padre e figlio. Come detto prima il film ha un tono leggero ma non per questo in contrasto con i molti momenti difficili e di svolta che i nostri personaggi incontrano nella loro vicenda. L'anima seria del film passa attraverso una metafora, ma si spera arrivi nella sua essenza.

23/03/2015